Wittmann Battenfeld al Plast con presse, robot e periferiche

martedì 15 maggio 2018 / Pubblicato in News degli espositori

Presse ad iniezione, ausiliarie e robot - tutti a marchio Wittmann - saranno esposti quest’anno al Plast2018 (Padiglione 22) dal gruppo austriaco, che negli ultimi tre anni ha visto crescere l’importanza del mercato italiano, diventato - o tornato ad essere - uno dei principali a livello europeo.
Sul fronte delle macchine per stampaggio a marchio Wittmann Battenfeld, sarà esposto un modello di ognuna delle famiglie che compongono l’offerta PowerSeries, con allestimenti scelti per illustrare i più recenti sviluppi tecnologici. Tutte le presse, inoltre, saranno equipaggiate con il sistema di controllo Unilog B8 dotato di sistema operativo Windows10 IoT, controllo mediante gesture e funzionalità avanzate in ottica Industria 4.0, che il costruttore austriaco declina nel programma Wittmann 4.0, mostrate ai visitatori su uno scherma interattivo.

TRE PRESSE IN FIERA. Lo stampaggio multicomponente sarà illustrato con una pressa SmartPower120/525H/130L CombiMould che produrrà un componente medicale bicomponente (nella foto) in resina termoplastica e silicone liquido (LSR) con stampo a 4+4 cavità fornito da Silital, società del gruppo Oldrati, e realizzato dalla consociata Linea Stampi; il pezzo verrà rimosso e depositato su nastro trasportatore da un robot Wittmann W921 dotato del nuovo controllo R9 (foto sotto).

La tecnologia Airmould - stampaggio con gas (internal gas pressure ) - sarà invece implementata su una macchina EcoPower 160/750 per la produzione di un appendiabito con stampo monocavità fornito dalla austriaca Haidlmair; compressore e generatore di azoto sono integrati e il controllo del processo avviene attraverso l’unità Unilog B8 a bordo pressa. Anche in questo caso, la rimozione dei pezzi sarà affidata ad un robot W918.

PRODUZIONE ON DEMAND. La terza macchina esposta al Plast sarà una MacroPower 500/3400, allestita per mostrare le potenzialità della soluzione Wittmann per produzioni personalizzate e tracciate in ogni fase: a questo scopo verrà prodotta in Fiera una borsa in elastomero termoplastico (TPE) con una decorazione personalizzata riportante il nome del visitatore, inserito su un apposito terminale (foto apertura). Per ricevere la sua borsa, il visitatore dovrà presentare una ricevuta con stampigliato un QR code univoco, che sarà letto attraverso uno speciale scanner nella stazione di stampa laser che provvederà alla personalizzazione della busta. Lo stampo è di costruzione Haidlmair, mentre la manipolazione dei sacchetti sarà affidata ad un robot Wittmann W843 pro.

ROBOT IN MOSTRA. Lo stand Wittmann Battenfeld a Plast ospiterà anche una rappresentanza di robot, tra i quali il piccolo Primus 14 per l’automazione di presse di piccola taglia, il modello W918 con capacità di carico di 6 kg, dotato di controllo R9 e un esemplare di robot WX143, capace di manipolare componenti con peso fino a 15 kg, per arrivare ai 45 kg della versione WX163. Tutti i robot con il nuovo controllo R9 sono equipaggiati con servoazionamenti sugli assi A/C o B/C. L’unità offre anche nuove opzioni di visualizzazione (su schermo multi-touch da 10,1”), funzioni di settaggio semplificate e integra il “digital twin” per testare in modo semplice le sequenze di movimenti. Non mancano ausili alla programmazione come TextEditor, QuickEdit e un wizard per la programmazione automatica.

AUSILIARIE E PERIFERICHE. Tra le attrezzature ausiliarie proposte dalla casa austriaca spiccano i controlli di temperatura Tempro basic C e Tempro plus D, mostrato con funzionalità Flowcon per la regolazione automatica di flusso e velocità della pompa.

Non mancheranno allo stand Wittmann esemplari di macchine per la deumidificazione (Drymax primus E) e per il dosaggio gravimetrico (Gravimax 14) o volumetrico (Dosimax MC Basic) dei granuli. Per l’alimentazione delle presse saranno proposte le unità Feedmax Plus G e Feedmax B, come pure il distributore Codemax e il controllo centralizzato dell’alimentazione M7.3.
Wittmann esporrà in Fiera anche due granulatori, Minor 2 a bordo pressa e il compatto G-Max 12 per la macinazione a basso consumo energetico. Grazie alla presenza di una camera di taglio isolata acusticamente, le macchine presentano emissioni sonore contenute.

 

Fonte: Polimerica (www.polimerica.it)

AREA RISERVATA ESPOSITORI

Password smarrita?

PASSWORD SMARRITA?

`